Alluminio

L’alluminio si ricava dalla bauxite, un minerale che si trova sedimentato nel terreno. Il metallo argentato rappresenta un’ottima barriera contro gli effetti dell’ossigeno, della luce e di vari fattori ambientali. Inoltre, la sua bassa densità lo rende particolarmente leggero.

Queste sue proprietà vengono ampiamente sfruttate dall’industria degli imballaggi, dove l'alluminio viene utilizzato per proteggere durevolmente alimenti, farmaci, cosmetici e altre sostanze delicate.

Vendita

Lattine, tubetti per alimenti, vaschette per cibo per animali, coperchi per vasetti di yogurt: i prodotti in alluminio vengono venduti ai consumatori che ne fanno ampio uso.

Raccolta

In tutti i comuni e le città della Svizzera sono presenti contenitori specificamente contrassegnati, destinati alla raccolta dei prodotti in alluminio. Spesso nello stesso container oltre all’alluminio si raccolgono anche i barattoli per conserve.

Vagliatura

Gli imballaggi in alluminio raccolti vengono poi inviati agli impianti di vagliatura, dove sono separati dai materiali estranei e preparati per le successive fasi di trattamento.

Fusione

Negli impianti di riciclaggio i rottami di alluminio vengono fusi in un forno a circa 800 gradi.

Il punto di fusione dell’alluminio è di
660 gradi Celsius.

[Translate to Italienisch:] Giessen

[Translate to Italienisch:] Das im Ofen geschmolzene Aluminium wird nun zu neuwertigen Aluminiumbarren gegossen.

Laminazione

Le barre di alluminio vengono laminate a una temperatura di circa 500 gradi Celsius.
Le barre vengono trasformate in lamine di pochi millimetri di spessore e avvolte in rotoli.

Il processo di laminazione a freddo permette, in una seconda fase, di ottenere lamine fino a 6 micrometri di spessore.

Nuova produzione

Con le lamine e i fogli di alluminio si possono ora realizzare prodotti nuovi.

Raccolta differenziata

Si raccolgono separamente:

  • lattine per bevande
  • tubetti per alimenti
  • coperchi per yogurt
  • vaschette per alimenti, pellicole in alluminio
  • vaschette per cibo per animali
  • piccoli pezzi di alluminio e tutti gli altri imballaggi con il simbolo del riciclaggio dell’alluminio. 

Attenzione:

    • Quando si parla di raccolta differenziata dell’alluminio si pensa spesso alle lattine. Non bisogna però dimenticare i tubetti, le pellicole, le vaschette in alluminio e tutti gli altri imballaggi contrassegnati con il simbolo ufficiale, anch’essi riciclabili al 100%.
    • Comprimete le lattine per ridurre il volume e, di conseguenza, anche i costi di trasporto.
    • Il materiale deve essere il più pulito possibile, quindi spremete bene i tubetti, sciacquate le vaschette ecc.

    Non appartengono a questa frazione:

    • Gli elementi non in alluminio, come i tappi dei tubetti
    • Le capsule in alluminio, destinate a contenitori di raccolta appositamente contrassegnati
    • Gli imballaggi compositi, che contengono solo una parte di alluminio e generalmente sono in fogli di alluminio rivestiti con materiale plastico: le bustine di preparati per zuppe e purè, la carta che avvolge il burro, le vaschette per piatti pronti, le confezioni in tetrapack, gli imballaggi per compresse medicinali, ecc. (⇒ sacco della spazzatura)
    • Le bombolette spray: bombolette di cosmetici, colori, oli, vernici (⇒ rifiuti speciali o sacco della spazzatura)
    • Pezzi grandi o pesanti, guide e sbarre per tende (⇒ container per metalli)

    Punti di raccolta

    Nei comuni e nelle città, l’alluminio viene raccolto separatamente o insieme agli imballaggi in latta d’acciaio, a seconda del sistema di raccolta in uso. Le capsule in alluminio vengono comunque sempre raccolte a parte, in un container speciale. I contenitori IGORA, destinati esclusivamente alla raccolta dell’alluminio, sono particolarmente numerosi negli spazi pubblici.

    Vantaggi del riciclaggio

    Il riciclaggio dell’alluminio permette di risparmiare fino al 95% dell’energia necessaria per la normale produzione di alluminio e nove chili di CO2 per ogni chilo di alluminio. Inoltre, questo materiale può essere riciclato infinite volte senza perdere in qualità. La produzione di alluminio secondario è interessante anche dal punto di vista economico, dal momento che le riserve di alluminio primario non riescono più a soddisfare la domanda mondiale.

    Organizzazione responsabile

    La cooperativa IGORA è impegnata dal 1989 nella raccolta e nel riciclaggio di imballaggi in alluminio vuoti ed è costantemente impegnata nel tentativo di aumentare ulteriormente  la quota di raccolta differenziata, che per quanto riguarda le lattine in alluminio attualmente ha già raggiunto il 91%.