Vetro

Il vetro si ottiene dalla fusione di una mescolanza di vari elementi, tra cui sabbia di quarzo, soda e calce. Il processo avviene a circa 1.500 gradi Celsius e richiede molta energia. L'utilizzo di vetro riciclato nel processo di produzione consente di risparmiare fino a un quarto dell’energia necessaria.

Ciclo

Dal punto di raccolta alla vetreria

In Svizzera i consumatori possono smaltire il vetro usato separato per colore in oltre 22.000 container. I container vengono svuotati regolarmente e le bottiglie portate in un magazzino temporaneo regionale, in attesa di essere trasportate all’impianto di trattamento in vagoni ferroviari,  in blocchi di 25 tonnellate.

Trattamento dei cocci

Cocci di colore sbagliato, porcellana, ceramica e altri corpi estranei vengono separati manualmente sul nastro di vagliatura.

Trituratore

Nel trituratore i cocci vengono ridotti alla granulometria ottimale per il processo di fusione.

Vagliatura

La vagliatura permette di separare altri materiali estrani e grani troppo grossi. Le parti in metallo e in ceramica vengono separate mediante tamburo magnetico, separatore per metalli e ceramica. La carta e altri materiali leggeri vengono rimossi con un dispositivo di aspirazione. Dopo questo trattamento, il vetro usato viene avviato alla produzione di vetro nuovo.

Processo di fusione

Il vetro usato e le materie prime secondarie vengono fusi a 1.580 gradi Celsius. La principale fonte di energia utilizzata è il gas naturale, nella vetreria di St-Prex è l’olio combustibile.

Forme delle bottiglie

La massa di vetro fuso in colata continua viene tagliata in gocce incandescenti, condotte attraverso un canale allo stampo sbozzatore. Nello stampo finitore si dà al vetro la forma definitiva di contenitore mediante un getto di aria compressa.

Il raffreddamento

La bottiglia così formata e ancora incandescente si raffredda lentamente nel forno di ricottura, in modo da compensare eventuali tensioni nel materiale. Il successivo trattamento superficiale
serve a proteggere i contenitori in vetro dai graffi e a migliorarne la resistenza alla rottura.

Controllo di qualità

Una volta usciti dal forno di ricottura, tutti i contenitori in vetro vengono sottoposti a vari controlli di tipo visivo, meccanico ed elettronico per verificare la presenza di difetti. I pezzi che non rispondono agli standard sono impietosamente scartati e rimandati al forno di fusione.

Imballaggio per il trasporto

Dopo il controllo di qualità, i contenitori in vetro vengono caricati in maniera completamente automatica sui pallet e avvolti in una pellicola. Le unità così imballate nel rispetto delle norme igieniche vengono portate in magazzino o consegnate direttamente ai produttori di alimenti e bevande.

(Fonte testi: Vetropack AG)

Raccolta differenziata

Si raccolgono separatamente:

  • Tutte le bottiglie di vetro, p.es. bottiglie per bevande, bottiglie di birra, di vino, di olio e aceto
  • Tutti gli imballaggi in vetro per alimenti muniti del marchio del vetro riciclabile: vasetti di marmellata, yogurt, cetrioli, spezie, ecc.

Attenzione:

  • Per motivi di qualità è estremamente importante separare costantemente il vetro per colore: bianco, verde e marrone.
  • Le bottiglie in vetro blu, rosso o multicolore vanno gettate nel contenitore per il vetro verde.
  • Le bottiglie vanno lavate prima di essere gettate.

Non appartengono a questa frazione:

  • Metalli, coperchi e tutti i materiali estranei, ad eccezione delle etichette
  • Bicchieri, ciotole e pirofile in vetro, specchi, vetri di finestre e parabrezza di automobili (⇒ benna per rifiuti edili o sacco della spazzatura, perché la loro composizione chimica è diversa da quella del vetro per imballaggi
  • Piatti, tazze, vasi, ceramica, porcellana e terracotta
  • Lampadine e altri dispositivi di illuminazione (⇒ vedi rubrica Dispositivi di illuminazione)

Punti di raccolta

In tutti i comuni e le città della Svizzera esistono punti di raccolta pubblici.

Vantaggi del riciclaggio

Il vetro sembra fatto per il riciclaggio: oggi è tecnicamente possibile produrre una bottiglia nuova con vetro usato, senza perdere in qualità. Per ottenere il colore desiderato, a livello pratico si utilizza “solo” l’85% di vetro usato per bottiglia.

Una parte del vetro usato viene esportata o riciclata in altro modo, ad esempio viene trasformata in vetroschiuma, un materiale prezioso utilizzato nell’edilizia.
In ogni caso: da vetro a vetro.

Gli inceneritori dei rifiuti domestici non hanno bisogno di vetro per funzionare!

Organizzazione responsabile

La VetroSwiss è stata incaricata dalla Confederazione di riscuotere la tassa di smaltimento anticipata per bottiglie di vetro (TSA) e versarla agli aventi diritto. VetroSwiss dispone delle competenze, delle infrastrutture e dei partner necessari per garantire l’applicazione efficiente e trasparente della TSA. Raggiunge una quota di riciclaggio del 94%.