Pile e accumulatori

Le pile e gli accumulatori contengono molte preziose materie prime che possono essere riutilizzate. Ma tra le altre cose contengono anche alcuni metalli pesanti molto dannosi. Per questi motivi, è importante che pile e accumulatori non vengano gettati nel sacco della spazzatura.

Raccolta differenziata

Si raccolgono separatamente:

  • tutte le pile e gli accumulatori usati (tranne le pile automobilistiche)

Non appartengono a questa frazione:

  • pile automobilistiche ( da restituire al punto vendita / officina)

Punti di raccolta

Le pile possono essere restituite gratuitamente presso tutti i punti vendita: negozi al dettaglio, grandi magazzini, posta e tutti gli altri punti vendita come chioschi, negozi di stazioni di servizio, negozi di materiale fotografico, di elettronica o telefonia mobile. Inoltre, ogni anno vengono ad aggiungersi numerosi punti di raccolta comunali e aziende private di raccolta.  Molto utili per la raccolta sono le cosiddette "battery bag”, che possono essere agevolmente svuotate negli appositi contenitori presso i punti vendita o di raccolta.

Vantaggi del riciclaggio

A causa dei metalli pesanti che contengono, le pile sono considerate un rifiuto speciale. L’unico modo per smaltirle correttamente è un riciclaggio a regola d’arte. Le pile usate vengono scomposte secondo tecniche avanzatissime: ferro, manganese e zinco con un elevato grado di purezza vengono recuperati, mentre le sostanze dannose vengono smaltite in forma innocua.
Se le pile non vengono smaltite correttamente, le sostanze nocive possono tornare nell’ambiente tramite il percolato delle discariche o i residui degli impianti di incenerimento e danneggiarlo.
Il processo di riciclaggio permette di riutilizzare le risorse in prodotti secondari. Contemporaneamente, si riducono anche le quantità di rifiuti speciali dannosi per l’ambiente.

Organizzazione responsabile

INOBAT è l’acronimo di “Organizzazione d’interesse per lo smaltimento delle pile” , costituitasi nel 1991. INOBAT riscuote, gestisce e impiega per conto dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) la tassa di smaltimento anticipata (TSA) che le consumatrici e i consumatori versano insieme al prezzo di acquisto di pile e accumulatori. L’obiettivo principale di INOBAT consiste nel portare la quota di raccolta differenziata, attualmente pari al 70%, al tasso dell'80% stabilito come obiettivo dall'UFAM.