Tessili e scarpe

Gli abiti e la biancheria per la casa subiscono l’influenza delle mode. Per questo vengono raccolte enormi quantità di prodotti tessili che si trovano ancora in perfette condizioni. Circa il 60% dei prodotti raccolti può essere riutilizzato tale e quale, mentre il 35% circa viene avviato al processo di riciclaggio.

Raccolta differenziata

Si raccolgono separatamente:

  • Abiti per uomo, donna, bambino, capi in pelle e pellicce, puliti e possibilmente ancora utilizzabili
  • Scarpe pulite e ancora utilizzabili (legate per paia)
  • Biancheria intima e calzini puliti
  • Cinture e borse
  • Berretti e cappelli
  • Biancheria da tavola, da letto e per la casa
  • Trapunte e cuscini in piumino
  • Pupazzi in peluche

Attenzione:

  • I sacchi devono essere ben legati.

Non appartengono a questa frazione:

  • Materiali non tessili
  • Abiti e tessili per la casa non puliti
  • Rifiuti tessili, scarti di taglio
  • Materassi, cuscini, tappeti, materiali isolanti
  • Scarponi da sci, pattini da ghiaccio, pattini a rotelle, stivali in gomma
  • Scarpe singole
  • Giocattoli

Punti di raccolta

A seconda dei comuni, raccolte in strada e/o gli abitanti hanno la possibilità di servirsi di contenitori per tessili usati posti presso i centri di raccolta comunali, i centri commerciali o nei quartieri.

Vantaggi del riciclaggio

Grazie al riciclaggio, gli abiti ben conservati possono ancora essere indossati. Quelli in condizioni meno buone possono essere trasformati in tessili nuovi o materiali isolanti.
In ogni caso, il riciclaggio permette di gestire meglio le risorse. È possibile ridurre il consumo di acqua e l’inquinamento ambientale dovuto ai pesticidi, se materie prime tessili come il cotone e la lana restano nel ciclo produttivo.

Organizzazione responsabile